IL GRANULO

ARCHIVIO RIVISTA

Numero 2 – Autunno 2006

granulo-02

Sempre più pazienti celiaci ci riferiscono che medici operanti in Centri specialistici ospedalieri li mettono in guardia dall’usare rimedi omeopatici per la possibile presenza di residui di glutine nell’alcool e addirittura nel lattosio di cui sono costituiti gocce e granuli.

Lo stesso avvertimento, in più riprese, è stato dato dall’AIC, l’Associazione Italiana Celiachia. La FIAMO condivide la preoccupazione di tutelare al massimo la salute dei pazienti e proprio per questo si è assunta l’incarico di fare chiarezza su questo tema, che riguarda un gran numero di pazienti …

download

Numero 1 – Estate 2006

granulo-01

Quali caratteristiche definiscono il rimedio omeopatico? Il medicinale omeopatico ha una propria identità riconosciuta dalle norme internazionali che regolamentano i farmaci, non ultima, la recente Direttiva europea generale sui farmaci che sta per essere recepita anche in Italia.

I principi attivi utilizzati così come le modalità di produzione sono descritti in modo dettagliato nelle Farmacopee Omeopatiche di numerosi paesi (Francia, Germania, USA, Gran Bretagna, ecc). Sono varie le differenze tra farmaci omeopatici e farmaci allopatici? Forse quelle che colpiscono di più i non addetti ai lavori sono le denominazioni dei rimedi, che sono in latino, ed il metodo di produzione, che prevede specifiche procedure per preparare il rimedio e potenziare le proprietà del farmaco mediante la diluizione e la dinamizzazione …

download

Numero 0 – Primavera 2006

granulo-00

Il Consiglio Superiore della Sanità (CSS), forse allarmato dall’aumento della diffusione dell’omeopatia tra la popolazione e tra i medici e dalla illuminata apertura dell’Ordine dei Medici, ha approvato una relazione con cui propone “norme più precise e rigorose per quanto concerne i requisiti di sicurezza, che devono essere posseduti dai medicinali omeopatici”…

 

 

download

TOP